Category Archives: chit chat

il New 52 – cosa ne è rimasto?

new 52Nel 2011 la DC shakerò con forza il suo universo fumettistico rebootando il tutto dopo un evento (Flashpoint) dal grande sapore di già visto e di generale meh.

Il risultato fu il New 52, sostanzialmente riassumibile in un versione cupa, violenta e tamarra della DC di un tempo.

A distanza di 7 anni cosa è rimasto di quella rivoluzione? In verità molto meno di quanto ci si possa aspettare.

Dopo la partenza a razzo ed un’accoglienza calorosa del mercato ma tiepida (se non freddina) della fanbase, sono seguiti anni di confusione.

La mancanza (cronica e diffusa nelle Major) di coordinazione editoriale e di un piano a lungo respiro  hanno caratterizzato le manovre editoriale in casa DC. La cosa si è tradotta in una lunga sequela di bruschi cambiamenti di condotta e, ovviamente, in tutta una serie di contraddizioni logiche e di continuity.

La verità è che, dopo anni portati avanti senza una vera direzione, qualche timido tentativo di reintegrare elementi dell’universo pre-Flashpoint (con l’evento Convergence) e un tentativo (purtroppo) fallimentare di svoltare verso una certa indipenddenza ed autorialità delle serie (con DC you), si è clamorosamente tornati indietro ad una visione più classica degli eroi DC.

Diamo un’ occhiata più da vicino ai cambiamenti più vistosi nei personaggi principali Continue reading il New 52 – cosa ne è rimasto?

Cara Marvel ti scrivo…

love storyCiao cara Marvel.

Lo so, è da un po’ che non mi faccio vivo però sai com’è, le cose della vita, gli amici, la famiglia…

Che poi non è vero e forse meriti che io sia sincero con te. E’ che ormai non provo più per te quello che provavo una volta.
Sei cambiata e non credo mi piaccia così tanto quello che sei diventata.

Lo so quello che stai per dire. No, non siamo cambiati entrambi…ti prego non dire che sono cambiato, cresciuto anch’io come te perché le stesse emozioni che un tempo mi davi tu altre sono ancora in grado di darmele. Mentre tu niente.

Da quando ti sei imparentata con la Disney hai perso il passo. Ti ho seguita con amore e fedeltà fino a Secret Wars. E già li ammetto che dopo un ciclo di Hickman degli Avengers, bello ma assolutamente incomprensibile, ero già decisamente confuso. Ma dopo è partita la tua all-new-all-colorful-all-happy-all-childish Marvel e da lì il disastro.

Me lo dici perché ogni personaggio è dovuto cambiare diventando forzatamente un esponente di una minoranza etnica o religiosa o culturale o sa-il-ca%%o? Continue reading Cara Marvel ti scrivo…

I 5 cinecomics del cuore

Negli ultimi 15-20 anni i cinecomics sono esplosi come fenomeno di costume.

Quando Hollywood si è accorta che i fumetti sono (quasi sempre) una ricca fonte di entrate, tutti quei personaggi che erano al centro dei perculamenti che tutti noi abbiamo subito in tenera età sono di colpo diventati fighi e di tendenza.

Ciò a portato ad un fiorire di produzioni cinematografiche (dalla qualità decisamente altalenante) che con cadenza sempre più ravvicinata ha portato orde di nerd (e non solo) a periodiche migrazioni verso il cinematografo più vicino.

Tutti prodotti molto pop e con poche pretese per carità, ma fra i quali però qualcosa di buono si nasconde.

Quella che segue è una lista dei miei cinecomics preferiti. Occhio che quello che espongo non è un giudizio critico serio ma solo una graduatoria di film con protagonisti in calzamaglia che mi stanno nel cuore.

5° posto: Iron Man

iron man

Ultimo posto della mia graduatoria personale  per Iron Man.

Il primo dei tre film è quello che ricordo con più affetto sia perché credo sia oggettivamente quello meglio riuscito sia perché era il film che dava ufficialmente il via all’universo cinematografico condiviso Marvel, concetto tanto caro ai lettori nerd di vecchia data quanto nuovo ed estraneo ai giovani spettatori, che magari non avevano neanche idea di chi fosse Iron man o tanto meno gli Avengers. Continue reading I 5 cinecomics del cuore

INFINI-T FORCE – LA RECENSIONE

Sono davvero sorpreso nell’osservare quanto poco si sia parlato (da noi in Italia (ma non solo) di Infini-T Force.
Nonostante l’interesse generale che la sere Tatsunoko ha suscitato nell’internet tutto all’uscita delle immagini e dei filmati di preview, un muro di silenzio sembra piombato sulla serie dopo l’effettiva uscita.

E dire che almeno una generazione e mezza di nerd è cresciuta con le repliche nelle TV locali dei Gatchaman, di Tekkaman, di Hurricane Polimar e di Kyashan.

Invece niente, a parte qualche trafiletto sui siti maggiori, qualche recensione di utenti e un paio di review nei blog d’oltreoceano, della serie non si è saputo poi granché.

E quindi? Disfatta totale? Capolavoro incompreso? Dopo essermi tolto lo sfizio e aver visto la serie (anche parzialmente al fianco della signora W@lly) posso dirvi: un po’ e un po’.

Vediamo nel dettaglio il perché. Continue reading INFINI-T FORCE – LA RECENSIONE

W@lly’s back!

Sono tornato.
lo so che non ve ne fregherà niente ma dopo quasi cinque anni sono di nuovo qui a scrivere un post su questo blog.

E’ proprio vero che certe  cose non cambiano mai.
Certo ci si potrebbe chiedere se sia saggio tornare dopo tutto questo tempo o se oggi, nel 2018, ha ancora senso scrivere su un blog. La risposta a entrambe le domande è “si.” Lo è perché questo blog ha rappresentato e rappresenta ancora oggi un pezzo di me, della mia storia e del mio cammino e la sua mancanza l’ho sentita in questi anni tornando periodicamente ad accarezzare l’idea di rianimarlo.

In questi anni di cose ne sono successe. Sono diventato papà della splendida W@llyna, sono diventato (più o meno) un disegnatore vero e, soprattutto, sono cresciuto ed invecchiato quel tanto che basta per capire che avere uno spazio proprio in cui riversare i propri pensieri, in cui parlare delle proprie emozioni e passioni è qualcosa di tanto raro quanto prezioso.

Questo blog rappresenta da sempre proprio questo: il mio angolino personale in cui condividere e giocare ed è per questo che in questo momento sto scrivendo sulla fredda tastiera del PC con in gola un nodo di nostalgia e felicità.

Purtroppo nel passaggio qualcosa si è perso… Gli ultimi articoli scritti sulla precedente incarnazione del sito sono spariti nel mare di internet ma non è un problema grosso: quelli validi li riscriverò e magari coglierò l’occasione per rivederli e approfondire ulteriormente qualche punto

Progetti in testa ne ho tanti: nuove rubriche da inaugurare e nuovi articoli da scrivere sui temi che già mi erano tanto cari in passato e che adesso, grazie alla rete di conoscenze sviluppata negli anni, ho modo di approfondire e riprendere…l’emozione è tanta come la carne la fuoco.

Sono tornato.