L’uomo d’acciaio: la recensione

uomo d'acciaioIeri sera sono andato con la signora [email protected] a vedere il nuovo film su Superman, L’ uomo d’acciaio, che ne dovrebbe riscrivere e correggere il mito per le nuove generazioni. Ero preparato al peggio, alcune voci su internet già preannunciavano il fallimento su tutta la linea della pellicola, e quando mi sono seduto sulla poltroncina della sala nutrivo effettivamente poche speranze.

Mi sono ricreduto alla fine della proiezione? No, per niente.

Cercherò di essere più breve e vago possibile per non incorrere nel rischio spoiler, ma posso tranquillamente affermare che alla fine dei titoli di coda la sensazione che rimane sulla pelle è una spiacevole impressione di incompiutezza. Mancano i personaggi (assolutamente piatti e privi di una qualsiasi personalità), manca la caraterizzazione del protagonista, manca la storia (ci sono dei buchi di sceneggiatura imbarazzanti). Manca il film in pratica.

L’unica cosa presente oltre misura è l’elemento tragedia, il drammone e la pesantezza che tanto piacciono a quell’ala talebana del popolo nerd che pensa che se un film ispirato ai personaggi dei fumetti non è profondamente intriso di cupa tragicità non può essere né maturo né artisticamente di livello. Questa invece è la grande lezione che i Marvel studios hanno elargito da 5 anni a questa parte, sfornando film su film dal tono leggero ma comunque mai bambineschi e sempre fruibilissimi da chi non si è mai avvicinato ad una fumetteria.

Nolan, che tanto era a suo agio con Batman, dimostra evidentemente di essere altrettanto fuori posto su un personaggio solare e positivo come dovrebbe essere Superman.

Mi spiace ma siamo lontani anni luce dalla poesia e dall’incanto del primo Superman di Donner, che davvero era riuscito a farmi credere che un uomo potesse volare quando ero piccolo.

Bocciato.

 

Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Mr_Gogio | <span class="wpdiscuz-comment-count">2 comments</span>
6 anni fa

Io l’ho trovato semplicemente tra il Capolavoro e il bellisssimo (visto e considerata la difficoltà, in linea teorica come l’avrebbe un personaggio “buffo” e americanizzante come Capitan America) …cerco di essere breve: Sul lato trama si è fatto un mezzo miracolo con una scelta registica secondo me molto furba…tagliare l’ovvio (cioè la famigliola e la storia sulal fattoria che TUTTI ormai conoscono ma lasciando l’essenziale rapporto con il padre/madre in scene chiave) e raccontare Kripton (non solo di sfuggita ma arrivando a spiegare tecnologie e mostrando un lavor egregio di design) fino a chiudere il cerchio raccontando il disagio di… Leggi il resto »

Mr_Gogio | <span class="wpdiscuz-comment-count">2 comments</span>
Reply to  [email protected] West
6 anni fa

Lungi da me nel dire che è un film perfetto …anzi buchi di trama (io penso a quello del costume messo in un astronave “a parte”) ce ne sono… e diciamocelo, nei cinecomics ce ne sono a bizzeffe più di altri generi proprio perchè ci si trova a dover raccontare sbrigativamente troppe cose (se penso a certi Cinecomics mi viene l’orticaria) Detto questo sotto un profilo cinematografico ,tolti i tecnicismi di regia la trama secondo me ricalca perfettamente il genere Nolaniano, praticamente ci si racconta l’essenziale con frasi a effettone e raccontando non tanto una storia ma una serie di… Leggi il resto »